Degenerazione del disco

Degenerazione del disco lombare con ernia.

Degenerazione del disco lombare con ernia.

La degenerazione del disco è una malattia cronica, tendenzialmente progressiva, caratterizzata da disidratazione e invecchiamento del disco con perdita di elasticità e resistenza.

In tal modo il disco si infiamma e diventa dolente, può sfiancarsi o lacerarsi dando luogo ad un’erniaa o consentire uno slittamento (spondilolistesi) delle vertebra.

Cause

La malattia è verosimilmente basata su una predisposizione genetica che comporta un cattivo funzionamento   delle cartilagini  discali le quali,veri e propri filtri, regolano gli scambi idrici e nutritivi del disco. 

Fattori di rischio

Familiarità, sovrappeso, fumo di sigaretta, inquinamenti ambientali, traumi lievi e ripetuti, come quelli dei camionisti, e protratte posture viziate, come quelle di chi lavora molto al computer.

Età

Può manifestarsi in qualsiasi età, escluse forse le primissime. Forme dolorose violentissime sono frequenti soprattutto tra giovani specie di sesso femminile  forse per interferenza di fattori ormonali.

Localizzazioni

La D.D. può essere cervicale,dorsale e lombare. Frequenti localizzazioni multiple.

Complicanze della D.D.

A causa dell’indebolimento del disco possono aversi
Protrusione

Ernia del disco (Il 99% delle ernie del disco è figlia di una degenerazione del disco)

Instabilità vertebrale

Spondilolistesi

Artrosi

Stenosi del canale vertebrale

.

 Sintomi più comuni

  1. Mal di schiena e/o di collo a seconda  della sede. Il mal di schiena può essere l’unico segno e può assumere aspetti invalidanti.
  2. Blocchi dolorosi lombari o cervicali transitori dovute a micro-rotture dell’anello del disco. Possono preludere alla formazione di una vera e propria ernia del disco.
  3. Sintomi neurologici in caso di complicanze, come ad esempio

- cervico-brachialgia e disturbi di forza arti superiori specie in caso di D.D.  complicata da ernia cervicale.

- sciatica e disturbi di andatura in caso di D.D. specie in caso di D.D.  complicata da ernia lombare.

altri possibili sintomi >>

Diagnosi

La diagnosi e la diagnosi differenziale con altre malattie si basa su  su visita medica specialistica, Radiografie, Risonanza e altri esami che lo specialista riterrà opportuno prescrivere.

Trattamenti della D.D.

Non esistono trattamenti che possano rigenerare il disco.

Ricordare che la degenerazione del disco è per sua natura cronica e progressiva e può richiedere quindi trattamenti successivi specie se compaiono complicanze.

Esistono trattamenti che possono mitigare la sintomatologia e trattamenti che posso rallentare l’evoluzione.

La asportazione del disco (discectomia) e la sua sostituzione è il trattamento di elezione per casi invalidanti  ribelli a trattamenti conservativi.

I trattamenti possono variare anche di molto da caso a caso

Possono essere possibili trattamenti ripetuti in rapporto alla cronicità ed alla evolutività della malattia.

La scelta razionale del trattamento iniziale e la sua corretta esecuzione possono segnare il destino della malattia.  Per questo è consigliabile non affidarsi a dilettanti  e tuttologi ma ricorrere a seri professionisti “esperti della schiena”

Trattamenti conservativi

1. Ridurre o eliminare fattori di rischio (sovrappeso, fumo, protratte posture viziate)

2. Riposo per qualche giorno

3. Busto o collare

4. Farmaci anti-infiammatori e antidolorifici in fase acuta

5. Terapie fisiche, come: fisioterapia , chiroterapia, osteopatia, fisioterapie, ed altre.

Trattamenti mini-invasivi

1. Iniezioni intradiscali di anastetico e cortisonico 

2. Discectomia percutanea (mini-invasiva) per D.D. ed erie disco contenute

DISCECTOMIA PERCUTANEA MINI-INVASIVA

DISCECTOMIA PERCUTANEA MINI-INVASIVA

Consiste nello svuotamento parziale del disco e conseguente retrazione dell’ernia, mediante  sottilissima sonda inserita nel disco in anestesia locale + sedazione. (Vedi video accanto).
Ambulatoriale o ricovero breve . Durata 15 minuti .Rischi vicini allo zero. Deambulazione a 3 ore. Ripresa attività 3 settimane Risultati positivi 70 % circa. Ripetibile. (Dati orientativi medi)

3. Stabilizzazione mini-invasiva percutanea

Consiste in un  blocco del movimento del disco dolorante , mediante impianto mini-invasivo di viti  barre di titanio.

Chirurgia

1. Micro-discectomia + artrodesi
E’ il trattamento classico di forme invalidanti e resistenti a 3-4 mesi di trattamenti conservativi o  di forme recidive. La micro-discectomia va sempre eseguito attraverso un speciale microscopio operatorio e, secondo i dettami di R.Cloward , va di regola completata da artrodesi cioè da una fusione delle due vertebre contrapposte

L’artrodesio fusione   vertebrale riduce il rischio di recidiva e e di instabilità vertebrale post-operatoria.

2. Disco artificiale

Per casi selezionati di degenerazione discale cervicale

MICRO-DISCECTOMIA Micro apertura del canale lombare e l'asportazione di un'ernia espulsa

MICRO-DISCECTOMIA
Micro apertura del canale lombare e l’asportazione di un’ernia espulsa

 

Tre tipi di stabilizzazione (Artrodesi) lombare

Tipi principali di Artrodesi Stabilizzazione-fusione vertebrale lombare