Mal di schiena e collo.

Cause maggiori, Sintomi e Trattamenti, con particolare riguardo a quelli chirurgici.

a cura di

Domenico Gambacorta, neurochirurgo vertebrale

Iscritto Ordine medici Siena al n. 2955

Curriculum

Contatti

 

Domenico Gambacorta

Domenico Gambacorta

Massimiliano de Franceschi di nuovo tantissimi auguri Prof. sono passati 10 anni da quando mi ha operato alla colonna vertebrale. da allora ho ripreso il mio sport preferito, il triathlon. grazie ancora.
Tantissimi auguri Prof. sono passati 10 anni da quando mi ha operato alla colonna vertebrale. da allora ho ripreso il mio sport preferito, il triathlon. grazie ancora. Massimiliano de Franceschi

Fusione intersomatica lombare posteriore o PLIF

PLIF

PLIF

La fusione intersomatica lombare posteriore (PLIF) è una procedura chirurgica progettata per stabilizzare la colonna lombare. Come parte della procedura, il disco intervertebrale viene rimosso, le radici nervose vengono decompresse e la colonna vertebrale viene riallineata se necessario. Le ragioni principali per eseguire questa procedura sono la stenosi spinale, la spondilolistesi e il mal di schiena meccanico discogenico. Tuttavia, ci sono altre circostanze come la scoliosi degenerativa in cui la procedura può anche essere indicata.
I vantaggi di un PLIF rispetto alla semplice decompressione sono che può ripristinare l’allineamento anatomico della colonna lombare, fornire una decompressione più ampia e trattare anche qualsiasi instabilità della colonna vertebrale .
La durata media di un intervento per Plif ad uno spazio è di circa 1 h e 1/2. La degenza media è di 5-7 giorni.
335 5874525 / dgambacorta39@gmail.com

—————————–

La storia di Giovanni

 

Seguici anche su Facebook